Workshop n°5 Dieci anni di austerità per l’istruzione in Italia: quali conseguenze?

universita

EUROPA DISEGUALE

LE ALTERNATIVE ALLA RECESSIONE E ALLE DISEGUAGLIANZE

Sabato 7 settembre 2013

ore 9,30-12,30

Presso Teatro Valle

Dieci anni di austerità per l’istruzione in Italia: quali conseguenze?

Workshop della Rete della Conoscenza

Da più di dieci anni l’Italia è l’unico paese dell’area OCSE a non aver aumentato la spesa per studente nelle scuole primarie e secondarie, invertendo una tendenza opposta che ha portato i paesi della stessa area ad aumentare del 62%. Per quanto riguarda l’università la situazione rimane disastrosa: in Italia solo il 15% dei cittadini tra i 25 e i 64 anni ha raggiunto un livello di istruzione universitario, rispetto ad una media del 32% in Europa. Le politiche di austerità e i processi di privatizzazione dell’istruzione hanno davvero reso l’Italia un paese “meno diseguale” rispetto alla media UE? Davvero non abbiamo più bisogno della scuola e dell’università pubblica in Italia per uscire dalla crisi?

Un confronto tra Italia e UE in merito alle politiche in istruzione, per sfatare i miti della privatizzazione

Elena Monticelli– area tematica Saperi e Conoscenza Sbilanciamoci

Giacomo Gabbuti – Link – Rete della Conoscenza

Danilo Lampis – Unione degli Studenti

Armanda Cetrulo – Rete della Conoscenza

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento

Sbilanciamoci.org I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons 3.0
Informativa sull'uso dei cookie
// Powered by Botiq.org