14° Rapporto sulla spesa pubblica…la Controfinanziaria 2013

copertina rapporto_2013
SCARICA IL XIV RAPPORTO DI SBILANCIAMOCI!

Presentato  a Roma,  presso la Fondazione Basso in via della Dogana Vecchia 5, il XIV Rapporto su: “Come usare la spesa pubblica per i diritti, l’ambiente, la pace”.

Il Rapporto di quest’anno, 186 pagine di proposte, analisi, soluzioni e idee concrete per uscire dalla crisi salvaguardando i diritti – oltre ad analizzare criticamente le politiche del governo italiano e di Unione e Commissione europea – formula ben 94 proposte specifiche e dettagliate (in una “manovra” da 29 miliardi di euro) sia per le entrate e per le uscite, che per le riduzioni della spesa pubblica come gli stanziamenti per la Difesa o le “grandi opere”.

La filosofia del Rapporto di quest’anno è opposta a quella delle politiche neoliberiste e di “austerity”: per fronteggiare la crisi bisogna investire nel rilancio dell’economia, nella redistribuzione della ricchezza e in un nuovo modello di sviluppo sostenibile e di qualità. Per far crescere la torta bisogna prima fare delle fette più eque per tutti. È ora che i mercati finanziari, i rentiers e le banche si facciano da parte.

Per Sbilanciamoci! cambiare rotta si può e si deve. Basta con il neoliberismo, basta con le politiche di austerity, basta con la subalternità ai mercati finanziari, basta con una politica economica che sta aumentando le sofferenze sociali e accentuando la depressione e la recessione dell’economia reale.

Il “cambio di rotta” di Sbilanciamoci! consiste, dunque, nell’uscire dalla crisi in un modo diverso da quello con cui ci si è entrati. Serve un modello di sviluppo in cui, alcune merci, consumi, pratiche economiche siano giustamente condannate alla decrescita (il consumo di suolo, la mobilità privata, la siderurgia inquinante) e altre siano invece destinate a crescere; quelle di un’economia diversa che abbia tre pilastri: la sostenibilità sociale e ambientale; diritti di cittadinanza, del lavoro, del welfare degni di un paese civile; la conoscenza come architrave di un sistema di istruzione e di formazione capace di far crescere il paese con l’innovazione e la qualità.

Analisi quindi ma anche, e soprattutto, proposte di intervento, organiche e concrete, per fornire un valido sostegno all’economia, al lavoro e al welfare interventi che vanno nella direzione di una fuoriuscita dalla crisi nel segno della giustizia sociale, della redistribuzione della ricchezza, della sostenibilità ambientale e di un nuovo modello di sviluppo.

La “controfinanziaria” di Sbilanciamoci! è frutto di un lavoro collettivo a cui, in diversa forma e per temi di rispettiva competenza, hanno collaborato:Licio Palazzini (Arci Servizio Civile), Massimo Paolicelli (Associazione Obiettori Nonviolenti), Tonino Aceti e Vittorio Ferla (Cittadinanzattiva), Roberta Carlini e Cristina Povoledo (sbilanciamoci.info), Andrea Baranes (Fondazione Culturale Responsabilità Etica), Antonio Tricarico (Re:Common), Francesco Dodaro e Maurizio Gubbiotti (Legambiente), Grazia Naletto, Sara Nunzi, Duccio Zola e Sergio Andreis (Lunaria), Giulio Marcon, Mario Pianta, Leopoldo Nascia e Chiara A. Ricci (Sbilanciamoci!), Stefano Lenzi e Mariagrazia Midulla (Wwf), Patrizio Gonnella e Susanna Marietti (Antigone), Mariano Bottaccio (Cnca), Domenico Chirico e Martina Pignatti (Un ponte per…), Alessandro Messina, Andrea Ranieri, Carlo Testini (Arci), Roberto Romano (Ires-Cgil), Stefano Trasatti (Redattore Sociale), Elena Monticelli, Federico Del Giudice e Riccardo Laterza (Link-Rete della Conoscenza), Monica Di Sisto e Alberto Zoratti (FairWatch), Valeria Bochi (Rees Marche), Riccardo Troisi e Alberto Castagnola (Reorient), Carlo Giacobini e Daniela Bucci (Fish), Elvira Ricotta Adamo (Udu), Vincenzo Comito (Università di Urbino).

 

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Email this to someone

11 commenti per “14° Rapporto sulla spesa pubblica…la Controfinanziaria 2013”

  1. […] competenza, hanno collaborato diversi esperti ed esponenti della società civile. Per info clicca QUA. socialFacebookTwitterTumblrEmail Sezione: Economia e Finanza Tag: Manovra, Sbilanciamoci, […]

  2. Franco scrive:

    Non capisco…non una parola sulla moneta (o forse c’è e si nasconde?).
    Non sarebbe meglio spendere qualche parolina sull’aggancio ad una moneta forte? I cambi fissi…il debito privato….perchè, vedete, la gente non è stupida…e comincia a documentarsi..

    Cordiali saluti…

  3. […] quanto dettagliato dal Rapporto 2013 della campagna Sbilanciamoci!: “In tre anni, il ministero della Difesa aumenterà del 5,3% le proprie risorse, pari a più di […]

  4. giuliano scrive:

    Un’osservazione al punto ” sostegno scuola privata” . Anni orsono mi sono trovato nella necessità di spostare mio figlio da scuola pubblica a privata per vari motivi: bambini violenti, mai ripresi – disciplina latente – rallentamenti e sconvolgimenti di programmi per presenza di ragazzi stranieri, apolidi, senza necessario personale di sostegno – standard scolastico precipitato al minimo. Risultato: 5a elem. = 2a. elementare di quando frequentai la scuola elem. nel 1963-67.
    Mi chiedo se scegliere una scuola privata rispetto una pubblica sia solo una colpa o forse un tentativo per cercare di dare un’istruzione adeguata al proprio figlio.
    Faccio presente che non sono ricco, che la cosa mi è costata sacrifici e che ho comunque pagato le tasse anche per tutto l’apparato scolastico pubblico che non ho utilizzato nei 3 anni di scuola media.

  5. […] A fare le pulci in questo senso è uno dei capitoli contenuti all’interno del rapporto Sbilanciamoci! 2013. Stando alla lettura data dal rapporto si evince come a fronte di una drastica riduzione, per non […]

  6. […] svolta. A fare le pulci in questo senso è uno dei capitoli contenuti all’interno del rapporto Sbilanciamoci! 2013. Stando alla lettura data dal rapporto si evince come a fronte di una drastica riduzione, per non […]

  7. […] via14° Rapporto sulla spesa pubblica…la Controfinanziaria 2013 | Sbilanciamoci! – La Campagna. Condividi wpa2a.script_load(); Ti potrebbe interessare leggere:Studio FAO: i piccoli produttori possono conquistare la sicurezza alimentareCinque donne forti nell’inverno araboFare cooperazione allo sviluppo è possibile anche in tempi di crisi, il caso della Spagna.Sbarchi In Piazza. Il documentarioL’infanzia e i suoi diritti – CamerinoScopri altri articoli su: buone notizie, crisi, diritti, lavoro, welfare […]

  8. […] Cito l’ultimo rapporto di “Sbilanciamoci”, con la sua efficace […]

  9. Riccardo scrive:

    Seguo spesso il rapporto che trovo stimolante ma certe cifre misembrano poco comprensibili: a parte il fatto che la patrimoniale gia’ esiste e sichiama Imu, pensare di ricavare piu’ di 10 miliardi dalla ulteriore tassazione dei patrimoni superiori a 500mila euro mi sembra francamente esagerato.. L’Imu vale 25 miliardi, e copre tutto tutto. Se ci limitiamo a questi patrimoni maggiori, che appartengono solo a un 10 per cento della popolazione, diventa molto difficile arrivare a dieci miliardi, vista la distribuzione della ricchezza.
    anche i costi del reddito minimo sono sottostimati, le pensioni sotto imille euro sono piu’ di 7 milioni, dare una mensilita’ aggiuntiva di circa 750 euro significa superare i cinque miliardi indicati, ai quali bisogna aggiungere tutte le altre spese indicate. Sarebbe utile sapere come i calcoli sono stati fatti, almeno per le voci principali

  10. Riccardo scrive:

    Avevo scritto esprimendo delle perplessità sui dati e chiedendo delle informazioni, il mio scritto non è stato pubblicato.
    Non lo pretendo, anche se mi sembrava un commento che non avesse nulla per poter essere censurato e quindi posso pensare che pubblichiate solo i commenti favorevoli.
    Potevate però almeno rispondere alla mia e-mail, anche solo dicendo che non potevate fornire dettagli, sono interessato al vostro lavoro e desideravo solo capire di più.
    Se non ricevo nessuna informazione posso solo pensare che non siete interessati alle critiche dal basso e ad uno scambio di vedute, di conseguenza potrei avere una immagine negativa del lavoro svolto da sbilanciamoci e me ne dispiacerebbe moltissimo

Lascia un commento

Sbilanciamoci.org I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons 3.0
Informativa sull'uso dei cookie
// Powered by Botiq.org