Conversione ecologica e stili di vita. Rio 1992-2012

Si è conclusa, Rio de Janeiro la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile, vent’anni dopo il Global Forum del 1992 che prese luogo proprio in quella città. Questo quaderno raccoglie gli interventi di Alex Langer, precursore dell’ecologismo in Italia, precedenti al Forum del ’92 e gli articoli di Giuseppina Ciuffreda, attivista e intellettuale terzomondista, verso Rio 2012.

“Nessuno patisce la fame perché noi mangiamo troppo, bensì perché non pensiamo abbastanza; il nostro problema non è tanto quello di dare di più quanto di rubare di meno; se vogliamo che nel Terzo mondo cambi qualcosa, bisogna che innanzitutto le cose cambino qui da noi”. (…) “Più che grandi campagne e grandi mobilitazioni, servono dunque comportamenti e scelte che aiutino a uscire dalla logica della ‘guerra mondiale’, seppure a fin di bene. E non le grandi agenzie (il comando unificato degli alleati, l’agenzia pubblicitaria che cambia la testa alla gente, il grande eco-ministero mondiale che decide quante e quali risorse preservare e quali invece usare…) potranno aiutare davvero a cambiare strada, ma piuttosto le mille piccole conversioni e riconciliazioni, i mille piccoli digiuni e disarmi, le mille piccole scelte alternative che non attendono il via dal ponte di comando, né rimandano a improbabili vittorie finali l’impresa della ricostruzione”.

(Alexander Langer)

 

Conversione ecologica e stili di vita. Rio 1992-2012

di Giuseppina Ciuffreda e Alexander Langer

pp. 96

edizioni dell’asino

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento

Sbilanciamoci.org I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons 3.0
Informativa sull'uso dei cookie
// Powered by Botiq.org