Il calendario: 100 piazze contro gli F35

Dal 7 febbraio associazioni e gruppi locali si sono attivati a sostegno della campagna “Taglia le ali alle armi” promossa da Sbilanciamoci!, Tavola della Pace e Rete Italiana per il Disarmo con il sostegno di Unimondo, GrilloNews e Science for Peace per chiedere al nostro Governo di non procedere all’acquisto di 131 caccia bombardieri Joint Strike Fighter F-35.

Le giornate di sostegno alla campagna, numerose e creative, culmineranno nella data del 25 febbraio, scelta come giornata delle “100 piazze d’Italia contro i caccia F-35″.

Calendario – in continuo aggiornamento – delle iniziative:

23 febbraio 2012

conferenza

F-35…una spesa necessaria?

Lucca (LU)

 

23 febbraio 2012

evento

La mozione “No F35” in Consiglio Comunale

Bari (BA)

 

23 febbraio 2012

assemblea

Assemblea popolare NO F35

Novara (NO)

 

24 febbraio 2012

presidio

“Arlecchino, Balanzone e l’F35: ovvero la storia di un caccia che è un flop”

Pisa (PI)

 

24 febbraio 2012

conferenza stampa

La campagna “Taglia le ali alle armi!” presentata alla città

Bari (BA)

 

24 febbraio 2012

conferenza

Taglia le ali ai caccia F-35: ne parliamo con l’on. Marco Carra e Mao Valpiana

Mantova (MN)

 

24 febbraio 2012

conferenza

Caccia F35: 15 miliardi per fare la guerra a chi?

Pisa (PI)

 

24 febbraio 2012

conferenza

F35: al servizio della pace o della guerra?

Calci (PI)

 

25 febbraio 2012

presidio

Raccolta firme per la campagna “Taglia le ali alle armi!”

Acqui Terme (AL)

 

25 febbraio 2012

presidio

Presidio contro gli F-35

Bari (BA)

 

25 febbraio 2012

incontro

Mobilitarsi contro gli armamenti: la campagna NO F35 e il disarmo

Mestre (VE)

 

25 febbraio 2012

manifestazione

Raccolta firme per la Giornata di Mobilitazione

Torino (TO)

 

25 febbraio 2012

conferenza

Quando l’economia è solidale

Trieste (TS)

 

25 febbraio 2012

presidio

Giornata nazionale “NO F35” a Novara

Novara (NO)

 

25 febbraio 2012

happening

No F35 – Flashmob

Padova (PD)

 

25 febbraio 2012

manifestazione

Le piazze d’Italia contro i caccia F-35

Mantova (MN)

 

25 febbraio 2012

manifestazione

NO F35 – Manifestazione

Cagliari (CA)

 

25 febbraio 2012

presidio

In piazza a Ivrea contro gli F-35

Ivrea (TO)

 

25 febbraio 2012

presidio

F-35? NO GRAZIE!!!!

Genova (GE)

 

25 febbraio 2012

manifestazione

In piazza per dire “NO F35”

Mestre (VE)

 

25 febbraio 2012

concerto

100 piazze d’Italia contro i caccia F-35

Cuneo (CN)

 

25 febbraio 2012

presidio

100 piazze d’Italia contro i caccia F 35 

Reggio Emilia

27 febbraio 2012

conferenza

Volo F35: ultima chiamata

Milano (MI)

 

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Email this to someone

3 commenti per “Il calendario: 100 piazze contro gli F35”

  1. Enzo scrive:

    Comunico che il “comitato belluschese NOF35” organizzera’ per domenica 26 febbraio, dalle ore 9 alle ore 12 in Piazza Kennedy a Bellusco (MB), un banchetto informativo e di raccolta firme.

    Ciao

  2. alessandro rinaldi scrive:

    all’insegna di ‘meno armi e più assistenza sul territorio’, soprattutto dove non c’è, sono felice di raccogliere firme e magari discutere sull’argomento. neurochirurgia- ospedale s.filippo neri – roma

  3. Carl scrive:

    Ho letto dei sacrifici richiesti agli italiani per ridurre il debito pubblico e sono perplesso per la scelta del governo di ridurre il numero dei posti letto negli ospedali pur salvando il progetto di acquisto dei cacciabombardieri F35. Si tratta di un progetto molto costoso che ci impegnerà per molti anni. Alla fine avremo in linea degli aerei estremamente evoluti (delle Ferrari del cielo per capirci) e costosi. Ma se non ho nemmeno i soldi per curami perché dovrei comprare una Ferrari. Perché mi serve! Ma a che mi serve un bombardiere invisibili supertecnologico? chi dobbiamo bombardare? Anche sul fronte del ritorno tecnologico che dovrebbe avere il nostro paese dalla partecipazione a un progetto così evoluto, che potrebbe motivare l’investimento, invito ad una semplice riflessione. Su questi aerei non potremo fare direttamente la manutenzione perché il tipo di tecnologia adottata è segreta e gli USA non vogliono che ci mettiamo a curiosare per capire come funzionano i “nostri” aerei. E allora che ritorno avremmo? Ci faranno produrre i carrelli (ruote comprese) per darci il contentino. Spero veramente che qualcuno faccia qualcosa per cambiare le cose perché così non si può andare avanti.

Lascia un commento

Sbilanciamoci.org I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons 3.0
Informativa sull'uso dei cookie
// Powered by Botiq.org