Non tagliate il futuro dell’Italia!

Con un’iniziativa congiunta la Consulta Nazionale degli Enti di Servizio Civile, i Giovani in Servizio Civile, il Forum Nazionale Servizio Civile e Sbilanciamoci! chiedono al governo e al parlamento di ritirare l’ennesimo taglio ai fondi per il servizio civile che di fatto affossa questa importante esperienza per migliaia di giovani del nostro paese.

La Legge di Stabilità riduce a soli 68milioni di euro lo stanziamento per il servizio civile e Sbilanciamoci chiederà nel Rapporto che verrà presentato il prossimo 24 novembre uno stanziamento aggiuntivo di 200milioni di euro.

 

Lettera inviata ai Presidenti delle Commissioni Parlamentari, ai Capi Gruppo dei Gruppi Parlamentari e ai Parlamentari del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati

Roma 9 novembre 2011,

Nella manovra di stabilità presentata dal Governo “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge di stabilità 2012)”, atto del Senato 2968, nell’allegato 1, tab. C, si paventa un taglio del Fondo Nazionale per il Servizio Civile di circa il 40%, portandolo dai 112,995 ml di euro previsti a 68,812 ml di euro.

Questo ulteriore taglio che il Governo ha deciso di fare alle già scarse risorse economiche previste per il servizio civile, che in 4 anni sono passate dai 288 milioni del 2008 ai poco più di 68 milioni previsti per il 2012, provocherebbe la mancata copertura dei posti già messi a bando nel 2011.

Emendamenti relativi al servizio civile sono stati già presentati da diversi Parlamentari, alcuni sostenendo la necessità di preservare lo stanziamento previsto di 113 milioni di euro, altri prevedendo una riduzione della durata del servizio civile, delle ore di servizio e della già magra retribuzione dei volontari.

La carenza di fondi non può e non deve in alcun modo gravare sui giovani che percepiscono il medesimo contributo di 433,80 euro dal 2001. Vale la pena rammentare che nel 2005, con l’entrata in vigore del DLgs 77/02, a fronte del medesimo contributo le ore di servizio settimanali sono aumentate da 25 a 30.

Colpisce inoltre come lo stesso Governo che sostiene il Servizio Civile Nazionale, quale forma complementare di Difesa della Patria attraverso strumenti non armati e nonviolenti, poi ne taglia le risorse.

Noi siamo convinti che proprio nei momenti di emergenza occorra guardare in avanti e fare scelte coraggiose che sappiano scrutare l’orizzonte e disegnare un futuro di pace, di sviluppo sociale e difesa dei diritti.

Per questo motivo Le chiediamo di prendere a cuore il destino del Servizio Civile Nazionale e, con esso, quello di migliaia di giovani esprimendo il Suo sostegno nella manovra di stabilità alla richiesta di confermare i 113 milioni di euro precedentemente previsti per il 2012.

Non tagliate il futuro dell’Italia!

campagna promossa da

CNESC – Conferenza Nazionale enti Servizio Civile

Forum Nazionale Servizio Civile

Rappresentanza Nazionale dei Giovani in Servizio Civile

Sbilanciamoci!

 

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Email this to someone

1 commento per “Non tagliate il futuro dell’Italia!”

  1. ugo scrive:

    La manovra che salvò l’Italia: tassa sulle bollicine, consumatempo, senzadono …
    http://www.lundici.it/2011/11/la-manovra-che-salvo-litalia/

Lascia un commento

Sbilanciamoci.org I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons 3.0
Informativa sull'uso dei cookie
// Powered by Botiq.org