Il Contagio

14 novembre ore 16:30

Sala della Loggia, Maschio Angioino, Napoli

IL CONTAGIO

“Perchè la crisi economica rivoluzionerà le nostre democrazie”

La classe dirigente politica ed economica spaccia l’attuale crisi di sistema, come una crisi contingentale, risolvibile con riforme aziendalistiche di ulteriori privatizzazioni e liberalizzazioni che storicamente sono la causa culturale e tecnica della crisi. I tabù del nuovo millennio sono la crisi del debito, del sistema finanziario e l’attuale sottomissione della rappresentanza politica a oligarchie finanziarie che rappresentano gli interessi di banchieri e multinazionali. I principi di divisione e autonomia dei poteri dello stato democratico liberale collassano sotto i colpi del principio secondo cui tutto si compra e si vende, il conflitto di interessi e la corruzione sono diventate pratiche di governo , in Italia la fiducia votata il 14 dicembre scorso è stata l’istituzionalizzazione della corruzione come pratica legale e costituente di questo sistema. L’Europa politica del trattato di Maastricht ha abdicato al suo ruolo e delega le scelte economiche alla Banca Centrale Europea e al Fondo Monetario Internazionale, dimostrando così di tenere più al mercato e alla moneta unica che alla democrazia.Alla progressiva compressione degli spazi democratici segue una deregolamentazione del mercato del lavoro, di quello finanziario e industriale. Continuamente si cerca di negare le responsabilità dell’intera classe dirigente che ha costruito e alimentato questo sistema economico e sociale fallimentare e antidemocratico , indicando nuovi capri espiatori . Il debito è il nuovo strumento di ricatto sugli Stati e sulla sovranità popolare, questo è lo strumento con cui le grandi corporazioni globali da decenni ricattano e ottengono la privatizzazione di tutto il complesso sistema che veniva definito stato sociale e servizio pubblico

La maggior parte degli attuali partiti e istituzioni politiche sono incapaci di elaborare programmi che escano dal recinto degli organi finanziari internazionali, BCE , FMI , BM. Il partito “scatola vuota” è diventato il modello unico che il partito istituzionale deve incarnare. È quel partito privo di contenuti, privo di un radicamento territoriale, privo quindi di autonomia. È il partito in cui le tematiche durano il tempo di uno slogan, questo perché i mercati non chiedono nuovi contenuti ma di volta in volta un nuovo branding per i propri prodotti che i politici devono essere in grado di vendere.

La lineare progressione alla crescita consumista infinita dell’attuale sistema finanziario capitalista, sta dimostrando tutta la sua fragilità perché fondato su un’astrazione che non corrisponde alle necessità reali delle persone. L’enorme crisi ambientale risiede proprio in questa idea lineare di sviluppo e di crescita, una linearità “autostradale” che distrugge continuamente i patrimoni fondamentali : acqua, aria, terra, vita di persone e di ambiente. Per questo riteniamo che una nuova politica debba essere fondata sulla ridefinizione e rivalutazione economica all’insegna del valore dei Beni Comuni, in cui costruire una circolarità di rapporti tra persone, tra civiltà e natura, all’insegna di una democrazia partecipata e diretta.

LogOut Lab è un’associazione che partendo da questi presupposti si propone come primo obbiettivo di promuovere una nuova cultura politica, attraverso la ricerca, e il confronto, che porti ad un radicale ripensamento delle attuali istituzioni. La presentazione de “IL CONTAGIO” è un’occasione per mettere a confronto personalità che da anni si impegnano per un radicale cambiamento e per l’affermazione della cultura dei Beni Comuni.

LogOut Lab

Interverranno:

Loretta Napoleoni – economista, autrice de “Il Contagio”

Luigi De Magistris – Sindaco di Napoli

Marcello Ribera – LogOut Lab

Danilo Corradi – autore di “Capitalismo Tossico”

Giulio Marcon – portavoce della campagna “Sbilanciamoci”

Samìr al Qaryouti – opinionista di Al Jazeera.

Hörður Torfason – attivista del movimento islandese “Voci in Azione” in collegamento skype

Giulietto Chiesa – giornalista e fondatore “Alternativa” in collegamento skype

modera: Tonia La Marca, laureanda in economia

introduce: Giuliano Girlando, blogger Fatto Quotidiano

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Email this to someone
Scarica in versione Pdf

Lascia un commento

Sbilanciamoci.org I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons 3.0
Informativa sull'uso dei cookie
// Powered by Botiq.org