Promossi e bocciati: le pagelle di Sbilanciamoci!

Sono voti sulla qualità dello sviluppo a livello regionale, che chiamano in causa da una parte le politiche pubbliche messe in campo in questi anni e dall’altra la realtà sociale, economica ed ambientale di quei territori così come si è andata configurando in questi decenni. Le “pagelle” di Sbilanciamoci più che un giudizio sul passato servono – attraverso una fotografia realizzata con indicatori alternativi di benessere – ad identificare le priorità e le sfide che i prossimi governi regionali dovranno affrontare per migliorare la qualità dello sviluppo e della vita nelle regioni italiane. Nelle nostre pagelle alcune regioni vengono promosse, altre bocciate, altre ancora rimandate. Ciò nonostante, va ricordato – solo per fare due esempi – che regioni in cui si concentra la ricchezza del paese, come la Lombardia, evidenziano una performance molto negativa relativamente alla qualità dello sviluppo e della vita e altre regioni – come la Puglia – con un reddito pro capite molto inferiore e partendo da una situazione socio-economica negativa hanno saputo in questi anni migliorare le loro posizioni nella classifica del QUARS.

Segui questo link per scaricare l’approfondimento

PROMOSSI E BOCCIATI: LE PAGELLE DI SBILANCIAMOCI!
Le sfide per la qualità del benessere nelle regioni italiane alla vigilia del voto

Sbilanciamoci! mette i voti alle 13 regioni che andranno al voto il prossimo 28 e 29 marzo


Sono voti sulla qualità dello sviluppo a livello regionale, che chiamano in causa da una parte le politiche pubbliche messe in campo in questi anni e dall’altra la realtà sociale, economica ed ambientale di quei territori così come si è andata configurando in questi decenni. Le “pagelle” di Sbilanciamoci più che un giudizio sul passato servono – attraverso una fotografia realizzata con indicatori alternativi di benessere – ad identificare le priorità e le sfide che i prossimi governi regionali dovranno affrontare per migliorare la qualità dello sviluppo e della vita nelle regioni italiane.

Alle coalizioni che sono in competizione per il governo della regione, ai candidati che concorrono per i Consigli regionali chiediamo di tenere conto di questi dati e degli indicatori di benessere come strumenti indispensabili per identificare e orientare le politiche pubbliche locali.

Nelle nostre pagelle alcune regioni vengono promosse, altre bocciate, altre ancora rimandate. Ciò nonostante, va ricordato – solo per fare due esempi – che regioni in cui si concentra la ricchezza del paese, come la Lombardia, evidenziano una performance molto negativa relativamente alla qualità dello sviluppo e della vita e altre regioni – come la Puglia – con un reddito pro capite molto inferiore e partendo da una situazione socio-economica negativa hanno saputo in questi anni migliorare le loro posizioni nella classifica del QUARS.

C’è ancora molto da fare nelle regioni del nostro paese: la nostra proposta ai futuri governi regionali è di utilizzare gli indicatori di benessere per cambiare il modello di sviluppo – che vogliamo sostenibile di qualità e fondato sui diritti – nelle regioni del nostro paese. Anche questo è un modo per avere un’ “Italia capace di futuro”.

Segui questo link per scaricare l’approfondimento

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento

Sbilanciamoci.org I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons 3.0
Informativa sull'uso dei cookie
// Powered by Botiq.org