UE: “In Italia violenza contro i Rom”. Rapporto sulla missione nei campi nomadi, bocciati i media

«Condizioni pessime nei campi Rom» dove «sono in aumento gli episodi anche violenti, amplificati dai media che drammatizzano il fenomeno esasperando la tensione sociale». E’ l’esito del rapporto, approvato con 35 voti a favore e 12 contrari, della commissione Libertà pubblica del Parlamento europeo stilato in seguito alla missione degli eurodeputati a Roma dal 18 al 19 settembre scorso per verificare sul terreno la situazione nomadi. Nella relazione è scritto che la visita ha permesso di accertare «un senso di disagio e di insicurezza nella vita quotidiana dei cittadini italiani e stranieri. Si è registrato un aumento degli episodi di xenofobia e razzismo, alcuni dei quali caratterizzati da una violenza senza precedenti». Ce ne è anche per il sistema dell’informazione: «Permane l’allarme sociale, addotto a giustificazione del pacchetto sicurezza e delle ordinanze d’urgenza»

«Condizioni pessime nei campi Rom» dove «sono in aumento gli episodi anche violenti, amplificati dai media che drammatizzano il fenomeno esasperando la tensione sociale». E’ l’esito del rapporto, approvato con 35 voti a favore e 12 contrari, della commissione Libertà pubblica del Parlamento europeo stilato in seguito alla missione degli eurodeputati a Roma dal 18 al 19 settembre scorso per verificare sul terreno la situazione nomadi.

Nella relazione è scritto che la visita ha permesso di accertare «un senso di disagio e di insicurezza nella vita quotidiana dei cittadini italiani e stranieri. Si è registrato un aumento degli episodi di xenofobia e razzismo, alcuni dei quali caratterizzati da una violenza senza precedenti».

Ce ne è anche per il sistema dell’informazione: «Permane l’allarme sociale, addotto a giustificazione del pacchetto sicurezza e delle ordinanze d’urgenza» e inoltre «la drammatizzazione del fenomeno a opera dei mezzi di comunicazione e del dibattito pubblico sembra esasperare, invece che placare, le tensioni esistenti nella società». La missione ha incontrato diversi parlamentari italiani e il ministro dell’Interno. Ha poi raccolto i pareri di varie organizzazioni non governative, della Croce rossa e dell’alto commissariato per i rifugiati Onu riguardo al fatto che «la condizione del popolo nomade è stata a lungo sottovalutata dalle autorità pubbliche, tanto da risultare oggi seriamente compromessa», afferma la relazione.

Secondo il vicepresidente della commissione Libertà, la relazione «è durissima nel denunciare le tensioni xenofobiche che si respirano in Italia e nel descrivere le pessime condizioni di accoglienza in cui sono costretti a vivere i rom». La capo delegazione di An, Roberta Angelilli, e il leghista Mario Borghezio hanno votato contro la relazione, presentando un «parere di minoranza a difesa della verità e del buon nome dell’Italia in Europa» denunciando che il testo «traccia un quadro denigratorio e non realistico della situazione in Italia e sembra mirato a esprimere un giudizio politico strumentale piuttosto che contribuire alla soluzione dei problemi».

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento

Sbilanciamoci.org I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons 3.0
Informativa sull'uso dei cookie
// Powered by Botiq.org