Un’esortazione forte contro le armi nucleari


 Le associazioni italiane di ispirazione cristiana che promuovono e che aderiscono alla Campagna "Un futuro senza atomiche" riprendono l’esortazione del Papa. Come in tutte le cose importanti della vita di relazioni, l’insegnamento evangelico anche in tema di disarmo ci indica la via: ed è quella di agire per primi, perché è giusto farlo, e non semplicemente di accettare di essere nel torto perché anche altri lo sono.
Un futuro senza atomiche

In Italia ci sono armi nucleari, ma non dovrebbero esserci. Un’azione tesa a liberare il territorio nazionale dalle armi nucleari di proprietà altrui, potrebbe rappresentare quel gesto di buona volontà che permetta di instaurare un circolo virtuoso, rilanciando così i negoziati internazionali volti allo smantellamento progessivo e concordato delle armi nucleari esistenti. Ugualmente, le associazioni si impegnano ad agire per denunciare le molte responsabilità del funesto commercio delle armi, dal quale i Paesi del mondo industrialmente sviluppato, come l’Italia, traggono lauti guadagni.

Per questo, le nostre associazioni chiedono a tutte le donne e a tutti gli uomini di buona volontà di sostenere la Campagna "Un futuro senza atomiche", effettuando raccolte di firme in tutte le occasioni del periodo che va dal Natale alla Giornata Mondiale della Pace e durante il mese della Pace che tante comunità cristiane hanno dichiarato per gennaio.

Un mondo libero da armi nucleari è un’aspirazione condivisa dall’umanità. Dimostriamo tutti insieme di avere a cuore il futuro

Per maggiori informazioni segui questo link

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento

Sbilanciamoci.org I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons 3.0
Informativa sull'uso dei cookie
// Powered by Botiq.org