Roma, 19 dicembre: “Casa: un diritto di tutti. Cittadini, migranti nel rione Esquilino”


Lunaria
Presenta

CASA: UN DIRITTO DI TUTTI!
CITTADINI, MIGRANTI NEL RIONE ESQUILINO

Ricerca sulle condizioni abitative e il diritto all’abitare

MERCOLEDI’ 19 DICEMBRE 2007
ore 18,00

Facoltà di Studi Orientali – Aula 5
via Principe Amedeo 182/b – ex caserma Sani

Un anno fa, il 13 Gennaio 2007, morirono Mary Begum e suo figlio Hasib nell’incendio di un appartamento a via Buonarroti, nel rione Esquilino. Un appartamento abitato da 12 persone, senza un contratto d’affitto e senza standard minimi di sicurezza, come tanti appartamenti, scantinati e alloggi di fortuna dove trovano alloggio cittadini, migranti e non, nella capitale.

Il disagio abitativo è presente nella nostra città, una città che negli ultimi mesi è stata protagonista della nuova ondata di provvedimenti sicuritari promossi dalle istituzioni locali e nazionali. Sono state proposte vecchie e nuove stigmatizzazioni degli “stranieri” in nome di una “presunta percezione diffusa di insicurezza”, anche da parte di forze politiche della sinistra; abbiamo visto confendere, più o meno volontariamente, la violenza contro le donne con la “violenza cieca e efferata” degli immigrati contro gli italiani; e abbiamo assistito alla spettacolarizzazione televisiva degli sgomberi di campi rom grazie alla quale il nostro paese è stato accusato di xenofobia e di razzismo dalla stampa e dalle istituzioni internazionali.

Noi preferiamo non parlare di “percezioni”. Di sicuro sappiamo che il diritto all’abitare nella nostra città non è garantito a tutti e costituisce, questo sì, uno dei principali fattori di insicurezza sociale che interessa migliaia di persone. Per questo abbiamo deciso un anno fa di promuovere un progetto di ricerca partecipato sul diritto all’abitare nel rione Esquilino, come risposta dal basso alle attenzioni estemporanee, quasi sempre suscitate da fatti di cronaca, dedicate dalla stampa a un problema strutturale che a nostro avviso riguarda tutti, cittadini italiani e migranti.

Nella convinzione che sia necessario promuovere un’idea di cittadinanza allargata, interculturale, fondata sulla garanzia universalistica dei diritti sociali abbiamo realizzato, con il contributo del I Municipio del Comune di Roma e grazie alla collaborazione di molte associazioni del territorio, il rapporto “Casa: un diritto di tutti! Cittadini, migranti nel rione Esquilino”. Abbiamo intervistato migranti, associazioni, rappresentanti istituzionali e sindacali per dare voce a chi vive quotidianamente la negazione del diritto alla casa e a chi tenta di trovare risposte a questa negazione. Siamo partiti dalla casa ma abbiamo anche parlato del quartiere Esquilino: rione simbolo della Roma multiculturale, ma anche luogo di cristallizzazione dei principali conflitti che intorno alla multiculturalità si creano.

Dagli incontri con le associazioni e i cittadini sono scaturite 10 proposte per vivere insieme all’Esquilino; proposte che possono sembrare utopiche ma che sono state sperimentate in altre città d’Europa. Mercoledì 19 dicembre presenteremo il nostro lavoro. Invitiamo tutti e tutte a partecipare.

Per informazioni: Lunaria, Giulia Cortellesi, 06.8841880

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Email this to someone
Scarica in versione Pdf

Lascia un commento

Sbilanciamoci.org I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons 3.0
Informativa sull'uso dei cookie
// Powered by Botiq.org