100.000 studenti in piazza in 80 città


Esecutivo nazionale dell’Unione degli Studenti

Almeno 100.000 studenti sono scesi in piazza questa mattina in più di 80 città, nonostante le condizioni metereologiche avverse in molti capoluoghi; gli studenti hanno sfidato le piogge e la neve, bloccando le scuole per chiedere al ministro Fioroni e a Prodi di ascoltare le nostre rivendicazioni.

Chiediamo al Ministro Fioroni di mantenere gli impegni presi: i finanziamenti per la scuola pubblica in Finanziaria sono ancora troppo esigui e continuiamo a non riscontrare cambiamenti concreti nelle nostre scuole.

Denunciamo il fatto che nonostante il successo delle manifestazioni di oggi la stampa italiana continua a dare grande spazio alle destre disinteressandosi di un movimento che ha saputo creare partecipazione in tutte le scuole durante tutto l’autunno con assemblee, mobilitazioni e forum di discussione che hanno visto nella giornata di oggi un forte momento di protagonismo.

Vogliamo infine esprimere il nostro profondo cordoglio alla famiglia di Michele Giollo, un ragazzo che è deceduto dopo essere stato investito da un bus mentre si stava recando alla manifestazione studentesca organizzata a Bassano del Grappa. Tutta la nostra organizzazione esprime cordoglio e vicinanza alla famiglia, agli amici e agli studenti di Bassano.

L’Unione degli Studenti

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento

Sbilanciamoci.org I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons 3.0
Informativa sull'uso dei cookie
// Powered by Botiq.org