Nigrizia: “Finanziaria 2008: manovra economica o militare?”


di Luciano Bertozzi

Milioni di euro di finanziamenti all’industria militare e alla produzione di armi, nemmeno un centesimo per la riconversione dal settore militare a quello civile. Il disegno di legge per la finanziaria 2008 ha qualcosaIgnorata la legge 185: l’Italia continua a fare affari anche con paesi belligeranti  in comune con quella approvata nel 2007: sostiene l’industria militare. 

Come quella del 2007, anche la finanziaria 2008, appena varata dal governo, farà felici i dirigenti dell’industria militare italiana. La manovra economica prevede cospicui finanziamenti per l’industria aerospaziale ed elettronica e per programmi di coproduzione internazionali di armi. Per esempio per l’aereo addestratore M 346,  per l’acquisto di 10-12 elicotteri EH 101, per il sistema di comunicazioni (SICOTE) dei Carabinieri in funzione antiterrorismo; ancora per il programma SICRAL 2, il satellite di comunicazioni militari in collaborazione con la Francia e per il progetto “Soldato Futuro” (conferimento di capacità digitali). Sono previsti finanziamenti per 15 anni: 20 milioni dal 2008, 25 milioni dal 2009, altrettanti dal 2010.

Segui questo link per leggere il resto dell’articolo su Nigrizia

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento

Sbilanciamoci.org I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons 3.0
Informativa sull'uso dei cookie
// Powered by Botiq.org