Roma, 18 settembre – Dossier “Allarme Salute”

Dossier “Allarme Salute”
Perchè investire in salute nei paesi in via di sviluppo conviene
Martedì, 18 settembre 2007 – ore 10.30
Roma – Palazzo dell’Enciclopedia Italiana, Sala Igea
Piazza dell’Enciclopedia Italiana, 4
5 settembre 2007

Nel momento in cui il Senato affronta la discussione sulla riforma della Legge sulla cooperazione allo sviluppo, la rete europea Azione per la salute globale, di cui AIDOS e CESTAS sono i referenti italiani, lancia “Allarme Salute”.

Malgrado gli impegni politici assunti a livello mondiale nel settore sanitario, la cooperazione italiana, come anche quella europea e internazionale, resta molto distante dagli obiettivi dichiarati: non solo i finanziamenti stanziati sono insufficienti, ma lo scarso coordinamento e la mancanza di continuità riducono notevolmente l’efficacia degli interventi. L’Italia investe nella salute solo il 2% del totale dell’Aiuto pubblico allo sviluppo.

Le condizioni sanitarie nei paesi in via di sviluppo sono sempre di più un fattore che si ripercuote anche sull’Occidente, dal punto di vista economico, politico e sociale. Prevenire e curare nei paesi in via di sviluppo, investendo nel rafforzamento dei sistemi sanitari, contribuisce ad aumentare la crescita economica e genera un circolo virtuoso di cui beneficiano pure le relazioni internazionali, anche attraverso la “diplomazia della salute”. Inoltre aiuta a limitare le situazioni di emergenza e promuove la stabilità politica, la partecipazione e i processi di integrazione sociale. Fare di più e meglio è necessario non solo per ragioni di equità, ma perchè conviene. A tutti.

Questi alcuni tra i temi che emergono dal dossier “Allarme Salute” a cura di Azione per la salute globale, network che unisce 15 organizzazioni non governative con sede a Bruxelles, in Francia, Germania, Italia, Regno Unito e Spagna. Il Dossier sarà presentato e discusso nel corso di una Tavola rotonda che vedrà la partecipazione di rappresentanti di istituzioni e organizzazioni italiane coinvolte nella cooperazione allo sviluppo.

Intervengono:
Alfiero Grandi, Sottosegretario di Stato, Ministero dell’Economia e delle finanze
Mariapia Garavaglia, Vicesindaca di Roma
Maria Paola Di Martino, Direttrice generale per i rapporti con l’Unione Europea e per i rapporti internazionali del Ministero della Salute
Alain Maria Economides, Direttore generale, Cooperazione allo sviluppo, Ministero degli Affari esteri (*)
Uber Alberti, Presidente di CESTAS – Centro di Educazione Sanitaria e Tecnologie Appropriate Sanitarie
Raffaele Salinari, Coordinatore scientifico della ricerca in Italia

Modera:
Daniela Colombo, Presidente di AIDOS – Associazione italiana donne per lo sviluppo

Ufficio stampa:
Peliti Associati, Milano: Vittoria Castagna, Valentina Ferrari, tel. 02/66982357 – cell: 329/9447290 – vittoria.castagna@peliti.it
Roma: Maria Livia Brauzzi, tel. 06/5295548 – pelitiroma@peliti.it
AIDOS: Natalia Lupi, tel. 06/6873214/196 – cell. 339/6489498 – n.lupi@aidos.it
CESTAS: Irene Viola, tel. 051/255053 – irene.viola@cestas.org

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Email this to someone
Scarica in versione Pdf

Lascia un commento

Sbilanciamoci.org I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons 3.0
Informativa sull'uso dei cookie
// Powered by Botiq.org