Il direttore dell’FMI deve essere scelto in modo trasparente e democratico

La Campagna per la Riforma della Banca Mondiale invita a scrivere, tramite un’iniziativa lanciata dalle pagine del proprio sito, al ministro dell’Economia Tommaso Padoa Schioppa per chiedere che l’Italia adotti una posizione netta a precisa in favore di un processo di selezione trasparente e democratico del nuovo direttore generale dell’FMI. L’Italia deve far sì che si arrivi ad una comune posizione europea che possa spingere gli Stati Uniti ad abbandonare l’obsoleto “gentlemen agreement” che prevede che sia la Casa Bianca a nominare il presidente della Banca mondiale e gli europei a decidere il vertice del Fondo monetario.
Scrivi a Padoa Schioppa!


La Campagna per la Riforma della Banca Mondiale invita a scrivere, tramite un’iniziativa lanciata dalle pagine del proprio sito, al ministro dell’Economia Tommaso Padoa Schioppa per chiedere che l’Italia adotti una posizione netta a precisa in favore di un processo di selezione trasparente e democratico del nuovo direttore generale dell’FMI. L’Italia deve far sì che si arrivi ad una comune posizione europea che possa spingere gli Stati Uniti ad abbandonare l’obsoleto “gentlemen agreement” che prevede che sia la Casa Bianca a nominare il presidente della Banca mondiale e gli europei a decidere il vertice del Fondo monetario.

Segui questo link per partecipare all’iniziativa

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Email this to someone

1 commento per “Il direttore dell’FMI deve essere scelto in modo trasparente e democratico”

  1. Emma scrive:

    Is that really all there is to it bcaeuse that’d be flabbergasting.

Lascia un commento

Sbilanciamoci.org I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons 3.0
Informativa sull'uso dei cookie
// Powered by Botiq.org