Misura il tuo BIL con Carta!


Da Carta

Le convinzioni sulle quali si fonda il calcolo del Pil convincono ormai sempre meno persone. È noto che il Pil non solo non riflette la distribuzione del reddito, ma non include neanche parti importanti della vita delle persone comuni come il lavoro domestico, i settori informali, e non considera i danni ambientali provocati dalla crescita economica o dall’industria militare. E c’è anche chi, come Serge Latouche, si chiede "perché non considerare come lavoro la danza della pioggia per rendere propizio il raccolto? oppure perché non considerare "consumo nazionale" la carezze ricevute dal proprio partner?".

Insomma, per quanto convinti che il benessere e la felicità non potranno mai essere davvero valutati in numeri, sembra utile mettere in discussione in tutti i modi possibili il mito del Pil. Carta promuove così questa campagna semiseria con la quale chiede di scrivere quelli che per i propri lettori dovrebbero essere degli indicatori da considerare per il Bil (Benessere interno lordo), per valutare cioè il grado di benessere e la qualità delle relazioni sociali.

Per partecipare, sequite questo link

Sul numero di Carta in edicola dal 23 giugno, una pagina completamente dedicata al rapporto QUARS!

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento

Sbilanciamoci.org I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons 3.0
Informativa sull'uso dei cookie
// Powered by Botiq.org