Appello per Malalai Joya – Reintegro della deputata al Parlamento Afghano

Nelle ultime settimane, dopo il rientro di Malalai Joya da un importante tour internazionale e dopo una sua intervista con una televione locale di Kabul, i signori della guerra e i criminali presenti nel parlamento e nel senato afgano hanno provato in tutti i modi di mettere a tacere Malalai ed espellerla dal parlamento. É stato utilizzato un recente commento di Malalai per giustificare questa decisione. Nell’intervista, aveva detto che il parlamento afgano è peggio di una stalla i cui membri sono i criminali e nemici del popolo afgano.  Continua a leggere e firma l’appello!


Nelle ultime settimane, dopo il rientro di Malalai Joya da un importante tour internazionale e dopo una sua intervista con una televione locale di Kabul, i signori della guerra e i criminali presenti nel parlamento e nel senato afgano hanno provato in tutti i modi di mettere a tacere Malalai ed espellerla dal parlamento.

É stato utilizzato un recente commento di Malalai per giustificare questa decisione. Nell’intervista, aveva detto che il parlamento afgano è peggio di una stalla i cui membri sono i criminali e nemici del popolo afgano.
Il 21 maggio 2007, a larga maggioranza, il parlamento ha sospeso Joya per tre anni e ordinato alla Corte Suprema di aprire un’ inchiesta nei suoi confronti.

Quello che segue è un testo che vi chiediamo di sottoscrivere (indicando l’eventuale ente, associazione o gruppo di appartenza) ed inviare alle persone e istituzioni indicateci dal Comitato di Difesa per Malalai Joya. Naturalmente, più lettere di sostegno verranno inviate e più la sua sicurezza sarà garantita pertanto vi chiediamo la massima diffusione dell’appello.

Il Comitato prega inoltre di inviare una copia di ogni altro eventuale messaggio di solidarietà a Malalai e di protesta per la sua espulsione a: mj@malalaijoya.com

Comitato di Difesa per Malalai Joya

Destinatari a cui inviare le lettere di protesta:
President Hamid Karzai: khaleeq.ahmad@gmail.com, president@afghanistangov.org
Supreme Court of Afghanistan: aquddus@supremecourt.gov.af
Afghanistan’s Parliament: hasib_n786@yahoo.com
Interior Ministry: moinews@gmail.com, wahed.moi@gmail.com
Justice Ministry of Afghanistan: info@moj.gov.af, hidayatr@moj.gov.af


25 Maggio 2007


Gentile ___________________________________________

Voglio esprimere il mio supporto e la mia solidarietà a favore della deputata Malalai Joya membro del Parlamento Afghano, Wolesi Jirga, che, da tempo, è uno dei migliori esempi di resistenza delle donne nei confronti dei Talebani, contro il fondamentalismo e per la difesa dei diritti umani e delle donne.

Mlalai Joya è conosciuta a livello intrnazionale dal 2003, per aver preso parola alla Loya Jirga (tradizionale assemblea del popolo afghano), accusando gran parte dei membri eletti in sede parlamentare di essere dei criminali. Sin da quando pronunciò il suo discorso Malalai ha subito quattro attentati e diverse minacce di morte, intimidazioni e, solo un anno fa, è stata vittima un’aggressione fisica all’intrno dello stesso Parlamento.

Il 21 maggio 2007 Malalai Joya, 29 anni, è stata sospesa dal Parlamento Afghano dopo un intervista televisiva dove, ancora una volta, denunciava i criminali di guerra che siedevano in Parlamento. E’ stata inoltre limitata, per ordinanza del Ministero degli Interni, la sua possibilità di spostamento all’interno del Paese. Questo significa che non le è permesso di uscire dall’Afghanistan. Come se non bastasse Parlamento ha ordinato all’Alta Corte di aprire un’inchiesta nei suoi confronti.

Tutto ciò danneggia fortemente la libertà di espressione.

Malali Joya è ben conosciuta anche in Italia e da tempo molte persone apprezzano il suo lavoro e il suo impegno per il popolo Afghano. Ciò che ha dichiarato riguardo ai membri del Parlamento Afghano corrisponde alla verità, così come dimostrano i molti rapporti scritti dalle organizzazioni internazionali per la protezione dei diritti umani come Amnesty International e l’Osservatorio per i Diritti Umani.

Per queste ragioni io le chiedo di fare tutto il possibile al fine di cancellare la risoluzione del Parlamento che ha costretto all’espulsione Malalai Joya dall’Assemblea e garantire allo stesso tempo la sua sicurezza che è ad oggi ancor più compromessa a seguito degli ultimi accadimenti.

Cordiali Saluti

FIRMA
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento

Sbilanciamoci.org I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons 3.0
Informativa sull'uso dei cookie
// Powered by Botiq.org