24-04-2007 – Ancora tagli alla cooperazione

Il governo ha deciso il taglio di 50 milioni dai fondi per la cooperazione allo sviluppo. Il decreto legge 23/2007 ha tolto 50 milioni di euro alla cooperazione allo sviluppo per coprire le falle del sistema sanitario. La campagna Sbilanciamoci! considera questo un fatto di enorme gravità. Servono più soldi per il nostro sistema sanitario, ma non devono essere presi per gli interventi destinati ai poveri dei paesi in via di sviluppo. Abbiamo maturato 10 miliardi di extra-gettito fiscale (il famoso tesoretto) che in gran parte sarà utilizzato per ridurre il debito ed il rapporto deficit-PIL. Una parte di questo sarà devoluto alle imprese. Invece di prendere i soldi per la sanità dal tesoretto o riducendo le spese militari, si tagliano gli interventi per i poveri nel sud del mondo…

ANCORA TAGLI ALLA COOPERAZIONE
I SOLDI PER IL SERVIZIO SANITARIO PRESI DAGLI AIUTI AI
POVERI DEI PAESI IN VIA DI SVILUPPO

Il governo ha deciso il taglio di 50 milioni dai fondi per la cooperazione allo sviluppo.

Il decreto legge 23/2007 ha tolto 50 milioni di euro alla cooperazione allo sviluppo per coprire le falle del sistema sanitario.

La campagna Sbilanciamoci! considera questo un fatto di enorme gravità. Servono più soldi per il nostro sistema sanitario, ma non devono essere presi per gli interventi destinati ai poveri dei paesi in via di sviluppo.

Abbiamo maturato 10 miliardi di extra-gettito fiscale (il famoso tesoretto) che in gran parte sarà utilizzato per ridurre il debito ed il rapporto deficit-PIL. Una parte di questo sarà devoluto alle imprese.

Invece di prendere i soldi per la sanità dal tesoretto o riducendo le spese militari, si tagliano gli interventi per i poveri nel sud del mondo. Siamo ormai il fanalino di coda dei paesi OCSE per le risorse destinate all’aiuto pubblico allo sviluppo.

Inoltre è vergognoso che siano rimaste lettera morta le parole di Prodi al vertice dell’organizzazione dell’Unita Africana quando promise i 260 milioni dovuti dall’Italia per il Fondo Globale alla lotta all’AIDS. Ad oggi non è successo niente e il Ministero dell’Economia ha fatto sapere che non intende dare seguito a questo impegno.

Basta con i tagli dei fondi alla cooperazione allo sviluppo. La campagna Sbilanciamoci! propone di utilizzare il “tesoretto” per la solidarietà e la giustizia sociale e non per le imprese, le infrastrutture e le armi.


Segui questo link per leggere il precedente comunicato stampa di Sbilanciamoci! sulla scarsità di risorse allocate dall’Italia per la cooperazione allo sviluppo: "Aiuto pubblico allo sviluppo, ancora poche risorse dall’Italia"

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento

Sbilanciamoci.org I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons 3.0
Informativa sull'uso dei cookie
// Powered by Botiq.org