09-04-2007 – Aiuto pubblico allo sviluppo, ancora poche risorse dall’Italia

I dati del rapporto OCSE-DAC resi noti in questi giorni segnalano ancora una volta la realtà delle scarse risorse destinate dall’Italia all’Aiuto Pubblico allo Sviluppo a favore dei paesi poveri: poco più di 2 miliardi e 900 milioni di euro che sono in percentuale lo 0,20% del PIL, in realtà lo 0,11% del PIL se si sottrae alle risorse conteggiate la quota di cancellazione del debito ai paesi poveri. Dal 2005 al 2006 c’è stato un calo del 30% dei fondi che sono passati dallo 0,29% allo 0,20% del PIL…

Per info sui dati OCSE-DAC, si rimanda al file allegato

I dati del rapporto OCSE-DAC resi noti in questi giorni segnalano ancora una volta la realtà delle scarse risorse destinate dall’Italia all’Aiuto Pubblico allo Sviluppo a favore dei paesi poveri: poco più di 2 miliardi e 900 milioni di euro che sono in percentuale lo 0,20% del PIL, in realtà lo 0,11% del PIL se si sottrae alle risorse conteggiate la quota di cancellazione del debito ai paesi poveri. Dal 2005 al 2006 c’è stato un calo del 30% dei fondi che sono passati dallo 0,29% allo 0,20% del PIL.

Siamo ancora il fanalino di coda della comunità internazionale insieme a paesi come la Grecia e gli Stati Uniti.

Va ricordato che l’Italia si era impegnata al Consiglio Europeo di Barcellona del 2002 di destinare per il 2006, almeno lo 0,33% del PIL. Siamo ancora molto lontani da quell’obiettivo, nonostante nella finanziaria del 2007 siano state positivamente reintegrati i fondi tagliati alla cooperazione durante la scorsa legislatura. Tutto questo è ancora insufficiente.

Chiediamo di destinare una parte (almeno un miliardo di euro) del cosiddetto “tesoretto” derivante dalle maggiori entrate fiscali alle politiche di cooperazione per fare in modo che l’Italia possa finalmente rispettare gli impegni presi in sede internazionale.

La campagna Sbilanciamoci sta preparando il Libro Bianco 2007 sulla cooperazione allo sviluppo (che sarà presentato all’inizio dell’estate) in cui verranno resi altri e nuovi importanti dati su quanti soldi – e come- l’Italia spende per la cooperazione allo sviluppo.

Per info sui dati OCSE-DAC, si rimanda al file allegato

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento

Sbilanciamoci.org I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons 3.0
Informativa sull'uso dei cookie
// Powered by Botiq.org