Sbilanciamoci! al WSF 2007 a Nairobi

“People’s Struggles, People’s Alternatives” sarà il tema della 7° edizione del World Social Forum, che si terrà dal 20 al 25 gennaio, per la prima volta in Africa, a Nairobi – Kenia. Attivisti, movimenti, reti, coalizioni e altre forze progressiste dall’area asiatica, del Pacifico, dell’America Latina, i Caraibi, il Nord America, l’Europa e tutti gli angoli del continente africano si incontreranno per cinque giorni di resistenza culturale e festeggiamenti.

“People’s Struggles, People’s Alternatives” sarà il tema della 7° edizione del World Social Forum, che si terrà dal 20 al 25 gennaio, per la prima volta in Africa, a Nairobi – Kenia.
Attivisti, movimenti, reti, coalizioni e altre forze progressiste dall’area asiatica, del Pacifico, dell’America Latina, i Caraibi, il Nord America, l’Europa e tutti gli angoli del continente africano si incontreranno per cinque giorni di resistenza culturale e festeggiamenti. Durante le tre giornate centrali sono previste conferenze, proiezioni e workshop per discutere di economia sostenibile, democrazia reale, libero accesso alla conoscenza ed all’informazione, diritti umani e dignità. Molto si parlerà del ruolo della società civile. Una sezione speciale sarà dedicata all’Africa: un’intera giornata di iniziative, promosse dai membri della sezione africana del Social Forum.

Per maggiori dettagli consultare il sito http://www.wsf2007.org


Sbilanciamoci! al WSF 2007 a Nairobi
Nairobi, lunedì 22 gennaio 2007
Alternative budgets and budget monitoring
Un confronto tra le tante reti che nel mondo analizzano il bilancio dello stato per proporre alternative concrete

Sbilanciamoci! parteciperà prendendo parte ad un workshop organizzato dalla rete internazionale Social Watch (www.socialwatch.org) per un confronto tra diverse realtà che fanno un lavoro di analisi, monitoraggio ed elaborazione di proposte sulla legge finanziaria. Insieme a Sbilanciamoci! parteciperanno al workshop delegazioni da Benin, Canada, Filippine, Marocco, Svizzera, Sud Africa.

Tra le associazioni aderenti, parteciperanno al WSF:

UISP

la Uisp parteciperà al Forum sociale di Nairobi con tre iniziative:

1. Una corsa il 25 gennaio: “Un altro mondo, libero e giusto , è possibile anche per gli abitanti degli slum”, questo è lo slogan della corsa organizzata da Uisp e Libera, che si correrà a Nairobi il 25 gennaio 2007. Una 14 chilometri attraverserà i vari slum della capitale del Kenya: Huruma, Mathare, Biafra, Easleigh, Majengo e Shauri Moyo fino ad arrivare all’Uhuru Park.
La corsa è organizzata in collaborazione con padre Daniele Moschetti, il comboniano che ha preso il posto di Alex Zanotelli a Nairobi.
La maratonina manderà un messaggio di speranza alla popolazione degli slum: un altro mondo, libero e giusto, è possibile anche per gli abitanti degli slum. L’esperienza della SSS (St. John Sports Society Korogocho) ha dimostrato che lo sport è uno strumento importante per mobilizzare le comunità verso i problemi che maggiormente le affliggono. La St. John Sports Society Korogocho (SSS) è un’associazione che, con circa 10 sport differenti, coltiva i talenti sportivi dei giovani degli slum.
Saranno invitati anche testimonial keniani per gli slumdwellers tra cui gli atleti Paul Tergat, Catherine Ndereba, Tekle Loroupe ed il professore Wangari Maathai per evidenziare il ruolo dello sport come strumento di sviluppo.

2. il workshop che si terrà il 22 gennaio con il titolo "Giocare contro la guerra" ed è organizzato da Uisp e da Altropallone. L’idea base è discutere come lo sport e le attività ricreative possano contribuire a costruire nuove modalità di dialogo e di scambio tra le popolazioni che soffrono le conseguenze della guerra.
Sarà anche l’occasione per riflettere sull’importante ruolo che lo sport per tutti può avere in situazioni di post-conflitto come uno strumento per ricreare il dialogo fra differenti culture, tribù e identità culturali.

3. workshop, dal titolo "Campioni di libertà o schiavi del millennio", è organizzato da Uisp, Libera e Altropallone e si terrà il 23 gennaio. L’intento è quello di mettere a nudo le strategie mercantili con cui manager senza scrupoli esplorano le zone più povere del mondo alla ricerca di possibili talenti da portare in Europa. Una vera tratta di esseri umani con la copertura dello sport.

CTM ALTROMERCATO
Partecipazione ai tre seminari proposti da IFAT (International Federation of Alternative Trade) l’organizzazione internazionale del commercio equo.
Il seminario conclusivo di sintesi sarà coordinato da Giorgio Dal Fiume di CTM

MANI TESE
Meno beneficenza, Più diritti
La Responsabilità Sociale d’Impresa è un concetto dibattuto sempre più diffusamente a livello europeo ed internazionale. Le continue violazioni di diritti umani, sociali ed ambientali da parte delle imprese dimostrano che un approccio prettamente volontario al tema non è sufficiente a garantire il rispetto di almeno una soglia minima di diritti umani.
Per discutere di questo tema, la Campagna Meno Beneficenza Più Diritti rappresentata a Nairobi da Mani Tese, con il sostegno e la collaborazione del Comune di Orvieto, propone, all’interno del contesto del Forum Sociale Mondiale 2007 un seminario dal titolo “La Responsabilità Sociale delle Imprese: l’alleanza degli attori sociali per il rispetto dei diritti al Forum Sociale Mondiale di Nairobi” che si terrà a Nairobi il 23 gennaio.
Scopo dell’evento, oltre a presentare casi concreti di lotta, è proporre nuove partnership che sfocino in azioni concrete. Accanto ad attivisti impegnati contro il settore privato per la tutela dei diritti fondamentali, saranno presenti rappresentanti delle istituzioni di livello locale, nazionale ed europeo. Il seminario dedicherà infatti un’attenzione particolare al ruolo di questi attori nel garantire la difesa e la promozione dei diritti umani fondamentali.

Programma:

Introduce e coordina:

Maria Cecilia Stopponi Assessora alle Politiche Sociali del Comune di Orvieto
L’esperienza degli EELL italiani sulla RSI: un contributo cruciale al rispetto dei diritti/

Interventi di:
Sekou Diarra, Asiap – Mali. Lo sfruttamento dei beni comuni e le violazioni dei diritti umani.
Chico Whitaker – Brasile. Imprese e diritti umani in America Latina
A.Aloysius, Coordinatore di SAVE – India. L’osservatorio sul rispetto dei diritti umani nella produzione tessile a Tirupur: come rendere effettiva una RSI ispirata ai diritti.
Mariarosa Cutillo – Mani Tese/Campagna – Beneficenza + Diritti. Norme sulla RSI come strumento per il rispetto dei diritti. La Foreign Direct Liability: una via possibile?
Vittorio Agnoletto, Parlamentare Europeo – La Clausola per i Diritti Umani negli Accordi UE.
Cecilia Brighi: Responsabile CISL dei rapporti con le istituzioni internazionali e con i Paesi asiatici; componente del Consiglio di Amministrazione dell’ILO. Il ruolo del sindacato.
Patrizia Sentinelli *Vice Ministro Affari Esteri – Il ruolo dei Governi Nazionali
*In attesa di conferma

www.manitese.it
www.menobeneficenzapiudiritti.it


LEGAMBIENTE ONLUS

21 Gennaio 2007
Modelli di sviluppo alternativi: AltrAgricoltura, AltroMercato, AltrEnergia: verso un modello di sviluppo rispettoso dell’ambiente e degli ecosistemi

Il workshop proposto da Legambiente vuole essere una occasione per presentare, discutere e promuovere possibili modelli alternativi di sviluppo, attraverso una disamina delle esperienze portate avanti dalla diverse organizzazioni – del sud come del nord – che lavorano e si battono per il raggiungimento di uno sviluppo sostenibile, per l’accesso ai beni comuni per tutti e per un mercato più equo.

Il workshop metterà in evidenza le buone pratiche di altro mercato, altra energia, altra agricoltura (esperienze di promozione delle energie rinnovabili, accesso all’acqua potabile, commercio equo, sovranità alimentare) che rappresentano esempi concreti per una via alternativa allo sviluppo, rispettosa dell’ambiente e degli ecosistemi.

L’attenzione verrà posta sugli intrecci tra questioni ambientali e questioni sociali, a testimonianza dell’insostenibilità dell’attuale modello di sviluppo e dei processi di globalizzazione in atto, così come recentemente denunciato dai lavori della COP12-MOP2 di Nairobi (Novembre 2006).

Partners:
FAIR (Italia), Associazione ONG Italiane (Italia), Tavola della Pace (Italia), Contratto mondiale per l’Energia e il Clima, Comitato Italiano per il Contratto Mondiale sull’Acqua, CIPSI (Italia) ISODEC (Ghana), SOMIRENEC (Kenia)

Relatori:
Francesco FERRANTE (Legambiente, Italia) Maurizio GUBBIOTTI (Legambiente-Italia), Aminata TRAORE (Mali), Sergio MARELLI (Associazione ONG Italiane-Italia), Flavio LOTTI (Tavola della Pace-Italia), Alberto ZORATTI (FAIR-Italia), Emilio MOLINARI (Comitato Italiano Contratto Mondiale dell’Acqua-Italia), Guido BARBERA (CIPSI-Italia), Mario AGOSTINELLI (Regione Lombardia, Italia), Ciro PESACANE (Forum Ambientalista, Italia), Paul ONYANGO, Aggrey KERE (SOMIRENEC-Kenia), Steve MANTEAW, Emmanuel KUYOLE (ISODEC – Ghana), Boubacar Boris DIOP (Senegal), Adama DIENG (Tanzania), Green Belt Movement (Kenia)

FAIR

Mercati locali, sviluppo e globalizzazione alternativa

22 Gennaio 2007
Il workshop sarà incentrato sulle economie locali e regionali, intese come uno strumento importante per il sostegno allo sviluppo sostenibile per le comunità locali, del nord come del sud del mondo.

Partners:
AIAB – Associazione Italiana Agricoltura Biologica, Centro Internazionale Crocevia, Legambiente, Tradewatch

Relatori:
Alberto Zoratti (FAIR), Andrea Ferrante (AIAB – Associazione Italiana Agricoltura Biologica), Antonio Onorati (Centro Internazionale Crocevia), Maurizio Gubbiotti (Legambiente), Tradewatch

TERRA FUTURA

22 Gennaio 2007
Terra Futura! Buone pratiche e alternative concrete per un mondo sostenibile

Il workshop presenterà la 4° edizione di Terra Futura, mostra-convegno internazionale delle buone pratiche di sostenibilità che si terrà in Italia dal 18 al 20 maggio 2007. Continuazione ideale del primo Social Forum Europeo, Terra Futura è arrivata alla sua 4° edizione, attirando più di 72.000 visitatori.
Lavoro, pace, ambiente, energia, beni comuni, sovranità alimentare, responsabilità sociale, solidarietà internazionale…qual è lo stato dell’arte delle buone pratiche in ognuno di questi campi, e come promuoverle su larga scala? Come si possono scambiare e promuovere esempi concreti e soluzioni che concorrano a risolvere le questioni della sostenibilità a livello globale e locale? Cosa è stato fatto negli ultimi anni in settori fondamentali quali la sovranità alimentare, il governo partecipato, la produzione e distribuzione di energia, per assicurare l’accesso all’acqua come diritto e bene comune dell’umanità, per promuovere la finanza etica?

La conferenza metterà a confronto diverse esperienze e presenterà le attività di Terra Futura.

Partners:
Fondazione Banca Etica, ARCI, Caritas, CISL, Legambiente, Adescop, Regione Toscana

Relatori:
Vandana Shiva, Aminata Traorè, Roberto Savio, Riccardo Petrella (Contratto Mondiale per l’Acqua), Claudio Martini (Presidente Regione Toscana), Mario Agostinelli (Contratto Mondiale per l’Energia), Ugo Biggeri (Banca Etica)

UNIONE DEGLI STUDENTI
22 gennaio

Seminario proposto e organizzato dall’Unione degli Studenti con la partecipazione di NetLEft.

"Nuove tutele sociali nella società della conoscenza"
New social protections in the knowledge society

Isaac Newton "If I have seen further, it is by standing on the shoulders of giants." In the last years the consciousness of knowledge as a fundamental social right has notonly grown, but has also given a start to a careful discussion inside many politicaland social organisations: knowledge is more and more regarded as a good which cannot be controlled, privatised and must be kept in such a state against all market expectatives.

23 gennaio
Assemblea Studentesca mondiale organizzata insieme all’OCLAE

24 gennaio
Assemblea mondiale sull’educazione
Lancio dell’assemblea mondiale del 17 novembre 2007

TERRE DES HOMMES

La Federazione Internazionale Terre des Hommes (IFTDH) organizza 5 workshop che tratteranno temi quali gli effetti della globalizzazione sui diritti economici, sociali e culturali dei minori, soprattutto per quel che riguarda l’istruzione e la sanità. Allo stesso tempo l’IFTDH darà la possibilità ai giovani di far sentire la propria voce al Forum grazie all’organizzazione di due eventi, “Voice for the Voiceless” e “Mappe Viventi”.

Programma

Workshop 1: Merchandising Public Interest: 21st Century Social

Darwinism of Children (La commercializzazione dell’interesse pubblico: il darwinismo sociale dei minori nel Ventunesimo secolo)
Potranno i bambini sopravvivere al blitz delle forze di mercato?

Intervengono: Dr. Langunju, medico e delegato di TdH in Senegal; M. M. Dioip, assistente sociale di Enda Graf in Senegal; M. I. Packer, Direttore del dipartimento programmi, Fondazione TdH Svizzera.

Workshop 2: Fighting Together Against Child Trafficking in Africa: A Global Challenge
(Lotta congiunta contro il traffico di minori in Africa: una sfida globale)

Bambini vittime di traffico: cosa c’è di nuovo nelle forme moderne di schiavitù?
Intervengono: Dr. Langunju, medico e delegato di TdH in Senegal, M. C. Manjate di Rede Came e il Mozambican National Network against Trafficking and Abuse of Children, R. K. Salinari, Presidente della Federazione Internazionale TdH.

Workshop 3: Culture and Implementation of Fundamental Rights

(Cultura e attuazione dei Diritti fondamentali)
Intervengono:
Prof. D. Agbodjian, avvocato e antropologo della Lyon University; M. G. Pabico, Philrights, Filippine; M. O. Blanco, Direttore del Centro Inter-Americano de Investicación Derechos Humanos del Guatemala; M. M. Koumaré, Coordinatore del network delle ONG regionali Aoudaghost, Mali.

Workshop 4: Teenage Pregnancy: Promoting Girls’ Dignity in East Africa

(Gravidanze precoci: la promozione della dignità delle minori nell’Africa Orientale
Intervengono: L. Kling, Direttore regionale TdH regional per l’Africa Orientale, Mrs Muganda, Direttrice del Centro studi per l’adolescenza, L. Kazeri, Coordinatore UMABU, due ragazze di Musoma, Tanzania; il direttore della Waundu Secondary School e due alunne della scuola; la direttrice della Nyamasaria Secondary School e due alunne della scuola

Workshop 5: Future Strategies and Campaigns of the World Social Forum

(Strategie future e campagne del World Social Forum)
Intervengono: F. Houtart, S. Amin, I. Ramonet, M. Miranda, R. K. Salinari

COMITATO ITALIANO PER UN CONTRATTO MONDIALE DELL’ACQUA

PROGRAMMA

Sabato 20 gennaio

ore 16.00 – KIE (Kenya Institute of Education) – Common Room
Incontro tra le Reti internazionali sull’Acqua; pianificazione dei seminari sull’acqua e degli incontri conclusivi.
 
ore 19.00 – 21.00 – KIE (Kenya Institute of Education) – Common Room
Incontro della Rete Africana sull’Acqua; incontro introduttivo e di raccordo della strategia di partecipazione al FSM.
 
Domenica 21 gennaio

ore 17.3020.00sala A-2, MOI International Sports Center (Kasarani)
 
“Assemblea Mondiale degli eletti e dei cittadini per l’acqua – AMECE (18-20 marzo, Parlamento Europeo di Bruxelles) – Incontro del Comitato Internazionale
 “World Water Assembly for Elected Representatives and Citizens – AMECE (18th- 20th March 2007 at the European Parliament in Brussels) – Meeting of the International Preparatory Committe”
Asse tematico:
n. 3 Assicurare l’accesso universale e sostenibile ai beni comuni dell’umanità
 
Organizzazione:
CeVI – Centro di Volontariato Internazionale
Co-organizzatori:
Comitati per il Contratto Mondiale sull’Acqua, Comitato Internazionale dell’AMCE

Coordina l’incontro: Riccardo Petrella
Interventi di: membri del Comitato Internazionale dell’AMCE
 
Lunedì 22 gennaio

ore 14.30 – 17.00 – sala: Modibo Keita
 
 “Proposte alternative al prossimo Forum Mondiale Sull’Acqua (Istanbul 2009)”
“Alternative proposals for the next World Water Forum (Istanbul 2009)”
Asse tematico:
n. 3 Assicurare l’accesso universale e sostenibile ai beni comuni dell’umanità
 
Organizzazione:
Comitato Italiano per un Contratto Mondiale dell’acqua
 
Co-organizzatori:
Comitati per un Contratto Mondiale dell’Acqua dell’Italia, Belgio, Svizzera, Mali, Marocco, CeVI, Punto Rosso, CIPSI, Mani Tese

Interventi di:
– Istituzioni Europee: rappresentante del Governo Italiano, membri del Parlamento Europeo Gruppo GUE/NGL
– Istituzioni Africane
– Movimenti sull’acqua: reti dell’America del Nord e del Sud, dell’Europa e dell’Africa
– Membri dei sindacati locali ed europei
– ONG Europee (CIPSI, CeVI, Mani Tese, Legambiente), ONG Africane
 
E’ prevista la traduzione in più lingue
 
ore 17.30 – 20.00 – sala: Modibo Keita
 
“Dai Forum Sociali Mondiali verso l’Assemblea Mondiale dei cittadini e degli eletti a difesa dell’acqua come bene comune e diritto umano”
“From the World Social Forums towards the World Water Assembly of citizens and elected for the defense of water as a common good and human right”
Asse tematico:
n. 3 Assicurare l’accesso universale e sostenibile ai beni comuni dell’umanità
 
Organizzazione:
Comitato Italiano per un Contratto Mondiale dell’acqua
 
Co-organizzatori:
Comitati per un Contratto Mondiale dell’Acqua dell’Italia, Belgio, Svizzera, Mali, Marocco, CeVI, Punto Rosso, Group GUE/NGL, CIPSI
 
Interventi di:
– Membri del Parlamento Europeo, membri di Istituzioni Europee, Asiatiche e Africane
– Movimenti sull’acqua
– Autorità e Amministratori locali
– Membri dei sindacati locali ed europei
– Reti sull’acqua locali, Europee e ONG

E’ prevista la traduzione in più lingue
 
Mercoledì 24 gennaio

mattina:
elaborazione comune a tutti i movimenti del Piano d’Azione sull’acqua
 
pomeriggio:
Partecipazione al Forum delle Azioni sul tema specifico dell’acqua durante il quale verranno elaborate le proposte finali sulla base degli esiti dei diversi seminari sull’acqua.
 
Giovedì 25 gennaio

10.00 – Valutazione conclusiva del Comitato Italiano per un Contratto Mondiale dell’acqua
15.00 – Manifestazione conclusiva del Forum Sociale Mondiale

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento

Sbilanciamoci.org I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons 3.0
Informativa sull'uso dei cookie
// Powered by Botiq.org