Intrecci mediterranei

24-25-26 Novembre 2006, Roma – Il Mediterraneo è un luogo in cui si incontrano identità plurali. Esiste e cosa è, oggi, lo “spazio Mediterraneo”? E’ uno spazio puramente geografico, storico, culturale, economico o tutte queste cose insieme? E come si rapporta con lo spazio europeo, arabo, africano, balcanico, ecc.? Tra le vecchie e nuove contraddizioni prodotte dalla globalizzazione il Mediterraneo può essere lo spazio dove soggettività politiche diverse costruiscono un’altra storia?

INTRECCI MEDITERRANEI

INCONTRO DI SOCIETA’ CIVILI PER LA PACE E LA GIUSTIZIA,
I DIRITTI E LA DEMOCRAZIA

24-25-26 Novembre 2006
Villa Piccolomini, via Aurelia Antica 164, Roma


Venerdì 24 novembre
10:00 Registrazione
11:00 Apertura dei lavori
– Saluto del Viceministro degli Affari Esteri Patrizia Sentinelli e del Presidente della Regione Lazio Piero Marrazzo
– Introduzione a cura del comitato organizzatore

12:30 Buffet

14:00 Cos’è il Mediterraneo?
Il Mediterraneo è un luogo in cui si incontrano identità plurali. Ogni soggetto che si affaccia sul Mediterraneo ha alle spalle anche almeno un’altra identità. Esiste e cosa è, oggi, lo “spazio Mediterraneo”? E’ uno spazio puramente geografico, storico, culturale, economico o tutte queste cose insieme? E come si rapporta con lo spazio europeo, arabo, africano, balcanico, ecc.? Tra le vecchie e nuove contraddizioni prodotte dalla globalizzazione il Mediterraneo può essere lo spazio dove soggettività politiche diverse costruiscono un’altra storia?

16:30 Coffee break

17:00 Tra l’incudine e il martello
La pace e i diritti nel Mediterraneo sono stritolati tra politiche economiche liberiste e neocoloniali, il diffondersi del terrorismo e del militarismo, di mafie, corruzione e autoritarismo. E’ possibile sviluppare una azione autonoma della società civile che sfugga a questa tenaglia? Come coniugare democrazia e sovranità, libertà e diritti, identità e convivenza?

Sabato 25 novembre
9:30 Religioni, cultura e politica nella crisi di civiltà
Negli anni appena trascorsi abbiamo assistito al crescere dell’intolleranza e delle tendenze a rinchiudersi nel comunitarismo. Razzismi, nazionalismi e fondamentalismi sono in crescita. La globalizzazione tende ad omologare le differenze culturali. Le religioni invadono sempre più lo spazio pubblico a discapito della laicità. Le religioni possono essere strumento di liberazione e convivenza? Come la cultura può aiutarci a uscire dalla crisi di civiltà?

12:30 Buffet

14:00 Costruire la pace
Pratiche, azioni, proposte per fermare la guerra e la violenza nel Mediterraneo
16:30 Coffee break

17:00 Quale società
Pratiche, azioni, proposte per società libere e aperte, solidali e sostenibili

Domenica 26 novembre
9:30 MEDLINK
Cosa è la “società civile” nel nord e nel sud? Qual’è la relazione tra i soggetti della società civile nel nord e nel sud e tra le due sponde? Come superare il “colonialismo” delle organizzazioni del nord? A che punto è il processo dei Forum sociali nel Mediterraneo? La proposta di una rete della società civile mediterranea per la pace e la giustizia, i diritti e la democrazia.

Tutte le sessioni si riuniranno in seduta plenaria e saranno introdotte da alcuni interventi di facilitazione del dibatito. Sarà disponibile la traduzione simultanea.

Per informazioni: info@medlinknet.org
Per adesioni:
http://www.medlinknet.org/pagina.php?doc=documenti/bloccomedlink/partecipa.htm

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Email this to someone
Scarica in versione Pdf

Lascia un commento

Sbilanciamoci.org I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons 3.0
Informativa sull'uso dei cookie
// Powered by Botiq.org