Qualità dello sviluppo nella Provincia di Ascoli Piceno

Primo Rapporto sulla Qualità dello Sviluppo nella Provincia di Ascoli Piceno. Una ricerca sul grado di sviluppo e di benessere del territorio piceno, sulla base di indicatori economici e quantitativi, ma anche di aspetti della qualità sociale ed ambientale.

Segui questo link per scaricare il rapporto

La stesura del primo rapporto sulla qualità dello sviluppo locale nella Provincia di Ascoli Piceno si inquadra nel contesto del lavoro fatto dalla campagna Sbilanciamoci! in questi anni per la costruzione di pratiche e riferimenti culturali e teorici alternativi per un nuovo modello di sviluppo.

Infatti, il modo tradizionale di "misurare" lo sviluppo si è dimostrato non solo insufficiente, ma anche profondamente sbagliato. I parametri di tipo quantitativo  la misurazione del PIL, dell’indice di produttività o dei consumi, ecc.- ci raccontano solo una parte della verità su come si "vive in Italia" (come recita il titolo del rapporto annuale sul QUARS/Qualità Regionale dello Sviluppo), mentre abbiamo bisogno di altri indicatori per comprendere la qualità della vita e del benessere nelle nostre comunità.

Ad un reddito pro capite maggiore non corrisponde di per sé una qualità della vita migliore e ad una determinata quantità di spesa pubblica non corrisponde automaticamente un livello di servizi adeguato e una soddisfazione dei cittadini per ciò che viene offerto. Ha ricordato il premio Nobel Amartya Sen: " Si potrebbe essere agiati senza stare bene. Si potrebbe stare bene senza essere in grado di condurre la vita che si era desiderata. Si potrebbe avere la vita che si era desiderata senza essere felici. Si potrebbe essere felici senza avere molta libertà. Si potrebbe avere molta libertà senza avere molto".

La qualità dell’ambiente e dei servizi sociali, dello sviluppo economico e dei consumi, della partecipazione democratica e delle pari opportunità e molto altro concorrono a determinare come effettivamente si vive in una città o in una provincia.

Si tratta di una rivoluzione culturale che deve essere portata avanti anche soprattutto- a livello locale, dove le politiche sociali, economiche, ambientali, urbanistiche entrano in contatto con i cittadini ed il loro vissuto quotidiano.
Le amministrazioni locali hanno dunque un importante compito, quello di reindirizzare le politiche, attraverso nuovi indicatori di sostenibilità, di qualità, di benessere. Tutto questo si può fare nella discussione (ovviamente con un metodo partecipativo) e nella decisione di bilancio, nella stesura dei documenti di indirizzo economico e finanziario (come per le Regioni, con il Documento di Programmazione Economica e Finanziaria), nelle tante sedi di decisione delle scelte di sviluppo locale.

E’ questo dunque il senso di questo rapporto e della collaborazione tra la Provincia di Ascoli Piceno e la campagna Sbilanciamoci!. Si tratta di un primo progetto, ovviamente sperimentale e in progress, di analisi delle dinamiche economiche, sociali, ambientali di un territorio utilizzando altri indicatori, molto diversi da quelli che ogni anno usano Italia Oggi e Il Sole 24 Ore quando ci propongono l’analisi della qualità della vita nelle province italiane.

L’ambizione è quella di offrire un punto di vista diverso, critico, attraverso un progetto pilota che dalla Provincia di Ascoli Piceno possa espandersi anche alle altre province italiane, dando vita ad una lettura organica e complessiva della qualità dello sviluppo e della vita in Italia.  Si tratta di una strada nuova e innovativa da aprire che la Provincia di Ascoli Piceno, con questo rapporto, può contribuire a percorrere.

Giulio Marcon
Portavoce della campagna Sbilanciamoci!






















Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento

Sbilanciamoci.org I contenuti di questo sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons 3.0
Informativa sull'uso dei cookie
// Powered by Botiq.org